Frittelle di baccalà – sfiziosi antipasti fritti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Frittelle di baccalà sono dei gustosi e sfiziosi antipasti fritti da portare a tavola come spezza fame nelle occasioni di festa.

Frittelle di baccalà
frittelle di baccalà

Dosi per 8 persone Preparazione: 15 min + 3h lievitazione Tempo di cottura: 15 min Difficoltà: Facile

  • Per la pastella
  • 250 g di baccalà dissalato
  • 200 g di farina 00
  • 200 ml di acqua
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 2 g di sale
  • prezzemolo
  • Per friggere:
  • olio di semi di arachide

Preparazione

  1. Risciacquate bene il baccalà, fatelo cuocere in una pentola con acqua bollente per 6-7 minuti, poi scolatelo, privatelo della pelle e diliscatelo senza disfarlo.
  2. Per preparare la pastella, in una ciotola sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida, aggiungete la farina, il sale e prezzemolo.
  3. Lavorate bene con una frusta a mano fino ad ottenere una pastella densa ed omogenea.
  4. Aggiungete il baccalà spezzettato ed amalgamate tutto.
  5. Lasciate lievitare la pastella per 3 ore circa.
  6. Scaldate abbondante olio di semi in una padella e versatevi la pastella a cucchiaiate, friggendole fino a quando risulteranno dorate.
  7. Trasferite su un vassoio ricoperto da carta assorbente.
  8. Servite le frittelle di baccalà ben calde.

LEGGI ANCHE: FIORI DI ZUCCA RIPIENI IN PASTELLA
LEGGI ANCHE: FRITTELLE DI MAIS

Propongo per questa ricetta, Qualcuno volò sul nido del cuculo, un film del 1975 diretto da Miloš Forman, interpretato da Jack Nicholson e Louise Fletcher.

Qualcuno volò sul nido del cuculo
Scheda film
imagesNazione e anno: USA, 1975
genereGenere:Drammatico
durata Durata: 133 min
regiaRegia: Miloš Forman
sceneggiaturaSceneggiatura: Bo Goldman, Lawrence Hauben
attori Attori: Jack Nicholson, Lousie Fletcher, Danny De Vito, William Redfield, Scatman Crothers

Candle McMurphy, arrestato per piccoli reati, tenta di fingersi pazzo per sfuggire al carcere. Viene, così, portato in una clinica psichiatrica. Li viene a contatto con gli altri pazienti il quale diventa il beniamino. La sua comparsa porta scompiglio in quell’ambiente di intransigente disciplina imposta e mantenuta da una ferrea capo-infermiera. Si prende gioco delle sedute, si improvvisa telecronista, organizza una gita in barca…

Share.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.