Fiori di zucca ripieni in pastella

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

fiori di zucca ripieni in pastella
Per un antipasto gustoso propongo fiori di zucca ripieni con provola e olive nere.

Fiori di zucca ripieni in pastella

Dosi per 4 persone Preparazione + riposo: 55 min Tempo di cottura: 10 min Difficoltà: Facile

  • Per la pastella alla birra:
  • 150 g di farina
  • 200 ml di birra bionda fredda
  • sale
  • 500 g fiori di zucca
  • Per il ripieno:
  • Olive nere
  • Provola
  • Per friggere:
  • Olio di semi di arachide

Preparazione

  1. Lavare per bene i fiori, immergere delicatamente i fiori di zucca in acqua fredda poi sgocciolare e scolare su di un panno asciutto; tamponare delicatamente;
  2. Una volta puliti ponete i fiori di zucca in un piatto.
  3. Nel frattempo, preparate la pastella alla birra (LEGGI QUI PER IL PROCEDIMENTO)
  4. Prendere delicatamente i fiori di zucca, riempirli, ad uno ad uno, con provola e olive.
  5. A questo punto avvolgere nella pastella i fiori, ad uno ad uno, cercando di non romperli e subito dopo immergere il fiore nell’olio bollente, girandolo durante la cottura.
  6. Pastella alla birra per fiori di zucca

  7. Appena cotti, scolare i fiori di zucca e lasciarli asciugare su un vassoio rivestito di carta assorbente.
  8. Servire i fiori di zucca fritti ben caldi.

Teneri dentro e croccanti fuori, sapore intenso… sensazione paradisiaca…che mi riporta alla mente, Santa Maria di Castellabate, location del film “Benvenuti al Sud”. Un luogo accarezzato dalle azzurre onde mediterranee, combinazione ideale per un piatto gustoso come i fiori di zucca.

benvenuti al sud

Scheda film
imagesNazione e anno: Italia 2010
genereGenere: Commedia
durata Durata: 101 min
regia Regia: Luca Miniero
sceneggiatura Sceneggiatura: Massimo Gaudioso
attori Attori: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo, Teco Celio, Fulvio Falzarano, Nunzia Schiano, Alessandro Vighi, Francesco Albanese, Salvatore Misticone, Riccardo Zinna, Naike Rivelli

Alberto, responsabile dell’ufficio postale della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Per salire in graduatoria si finge invalido. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un piccolo paese della Campania, il che per uno del Nord equivale a un vero e proprio incubo. Rivestito di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei “terroni” scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.

Share.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.